Tutti sapevano della UNRWA ma adesso cadono dalle nuvole

Noi ne avevamo chiesto la chiusura nel 2016, invece è rimasta la copertura dei peggiori traffici di Hamas e della Autorità Palestinese
27 Gennaio 2024
UNRWA implicata nelle stragi del 7 ottobre 2023

Tutti sapevano che la UNRWA, l’agenzia ONU studiata apposta per i palestinesi, era un’arma potentissima nelle mani di Hamas e di Fatah.

Noi ne avevamo chiesto la chiusura nel 2016 adducendo queste motivazioni e queste dando il via a una campagna che nei mesi successivi ha portato alla luce come nelle scuole della UNRWA si insegnasse ai bambini a odiare gli ebrei addirittura adottando libri di testo antisemiti dove si arrivava a glorificare Hitler.

Tutti sapevano che la UNRWA era il bancomat di Hamas e della Autorità Palestinese. I primi controllavano il 100% degli aiuti umanitari e del denaro che attraverso la UNRWA arrivava a Gaza, i secondi controllano ancora aiuti e denaro che arrivano a questa finta agenzia dell’ONU che è riuscita nel tempo, unico caso al mondo, a moltiplicare i rifugiati palestinesi invece di diminuirli come succede con la UNHCR.

Tutti sapevano che Hamas nascondeva le armi nei depositi della UNRWA, che i tunnel del terrore partivano e arrivavano sotto le sedi ONU, così come sotto gli ospedali.

Oltre 30.000 dipendenti, il 99% palestinesi, la UNRWA (Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei profughi di Palestina nel Vicino Oriente) è il più importante centro di occupazione palestinese.

Alcune cose da notare che dovrebbero dar da pensare. Solo nella Striscia di Gaza i dipendenti della UNRWA sono oltre 12.000 ai quali si aggiungono circa mille ONG, più o meno lo stesso numero di Organizzazioni non Governative che operano in Congo. Fate voi le proporzioni.

Miliardi di dollari in aiuti umanitari affluiti nella Striscia si Gaza, decine di migliaia di operatori del settore umanitario come non ce ne sono da nessuna parte per un territorio così piccolo, e ancora non hanno un acquedotto decente o un decente sistema per le acque reflue.

E c’è chi ha il coraggio di dire che la popolazione non c’entra niente con Hamas. No, la popolazion di Gaza è Hamas. Il 7 ottobre distribuivano i dolcetti per le strade di Gaza e festeggiavano gli “eroici stupratori” al loro ritorno. Li accoglievano nei solidi rifugi della UNRWA dove probabilmente nascondevano anche gli ostaggi.

Tutti sapevano, dal Segretario Generale dell’ONU fino all’ultimo pecoraio di Gaza. E adesso, colti in fallo, cadono dalle nuvole?

Maurizia De Groot Vos

Analista senior per il Medio Oriente. Detesta i social ma li ritiene un male necessario

Seguici su…

massacro del 7 ottobre sito web

I più condivisi di recente

UNRWA coinvolto in assalto di Hamas del 7 ottobre 2023
Previous Story

Mentre emerge il coinvolgimento ONU nella strage del 7 ottobre, continua la farsa del “genocidio”

lunghezza tunnel di hamas
Next Story

Circa l’80% dei tunnel di Hamas potrebbe essere ancora intatto

Latest from Medio Oriente

Go toTop